Lucretia Moroni | Fotografia


“[…] Negli anni noto che continuo a concentrarmi su cinque o sei soggetti. Li rincorro, mossa da una sorta di ossessione. C’è il discorso dei paesaggi resi irriconoscibili dalla nebbia o dall’opacità dell’alba. Poi i ponti, gli alberi, i fiori. Le statue. Le pozzanghere: dove le trovo le fotografo” (Intervista a Lucretia Moroni, a cura di Beatrice Gaspari)

 Lucretia Moroni nasce nel 1960, da trent’anni vive e lavora negli Stati Uniti. Inizia a dedicarsi in modo definitivo alla fotografia dopo una lunga esperienza come decoratrice e artista. Dal 2012 al 2015 frequenta l’International Centre of Photography (ICP) di New York. Avvia una propria ricerca incentrata su scatti realizzati con macchine fotografiche analogiche vintage (Rolleinflex 1940, Olympus OM10) stampati mediante la riscoperta e la rivisitazione di procedimenti di stampa utilizzati fin dalla fine dell’ottocento (platinotipia, stampa su metallo e su foglia oro…) in combinazione con carte diverse.

Qui presentiamo una serie di fotografie digitali, che catturano scorci della natura. Una serie che privilegia la spontaneità dello scatto e l'immediatezza del soggetto ritratto, affiancandosi alla ricerca sulle tecniche di stampa, fulcro del suo lavoro.